Come usare la Tavola Ouija: le 10 regole

Le 10 regole per usare correttamente la tavola Ouija, lo strumento per comunicare con i morti.

Tavola Ouija, ecco come si usa: la tavola Ouija (o scatola weegee) è un strumento utilizzato per comunicare con le forze soprannaturali, di solito (ma non sempre) fantasmi. È composto da: una tavola di legno con incise le lettere dell’alfabeto, i numeri dallo 0 al 9 e delle parole brevi, come “sì”, “no” e “good bye” e un puntatore.

Il puntatore della tavola di Ouija, a volte a forma di triangolo o altre volte è una lente di ingrandimento, da far scorrere sopra la le lettere e i numeri.

Tavola Ouija come si usa
Tavola Ouija come si usa

Secondo la credenza, una volta che tutti i partecipanti avranno posato la mano sul puntatore (o lente di ingrandimento), gli spiriti muoveranno il puntatore per rispondere alle domande poste dal gruppo. L’origine della tavoletta ouija è molto antica, nel passato lo stesso Pitagora l’avrebbe usata per comunicare con il mondo occulto.

Le 10 regole guida per chi intende usare la tavola Ouija sono:

  1. Non usate mai tavola Ouija da soli.
  2. Non usate mai la tavola Ouija in luoghi dove si possano riunire molti spiriti, come cimiteri, case infestate e luoghi in cui si sono consumate tragedie.
  3. Per proteggervi dagli spiriti, visualizzate in torno al vostro corpo una luce bianca.
  4. Trattare sempre gli spiriti evocati con cortesia e rispetto.
  5. Non permettere alle forze soprannaturali di contare i numeri o pronunciare l’alfabeto in senso decrescente, riuscendoci potranno fuggire dalla tavola Ouija.
  6. Se il puntatore (o lente) indicherà ripetutamente il numero 8, vorrà dire che è controllata da uno spirito maligno.
  7. Se uno spirito maligno dovesse infestare la tavola Ouija, usate il puntatore (o lente) capovolto.
  8. Non cercate di bruciare la tavola Ouija per distruggerla: la tavola urlerà e chiunque senta quel grido morirà entro 36 ore.
  9. Non fare mai domande riguardo a Dio.
  10. Non chiedere mai in quale giorno o in che modo morirete.

Ora che conoscete le regole della tavola Ouiji, non vi resta che provarla, avrete il coraggio di interrogare gli spiriti?