Thanatomorphose – Recensione


Ultimamente il body-horror ci ha regalato delle perle notevoli: Contracted era un ottimo film sulla trasmissione di malattie veneree, Halley ci faceva riflettere sulla zombificazione della società, questo “Thanatomorphose”, invece, nella sua anima indie, cerca di andare oltre mescolando tutti questi elementi e aggiungendoci un pensiero sulla freddezza dei rapporti (sessuali e non) odierni.

Un film putrido, marcescente, pieno di vermi e di pus che vi farà coprire gli occhi diverse volte durante la visione. Un Cronenberg portato all’eccesso visivo più estremo, invece della Nuova Carne qui la carne è sempre la stessa e il processo di putrefazione è inesorabile. Un vero cult per stomaci forti.

Titolo: Thanatomorphose
Titolo originale
:
Thanatomorphose
Regia:
Eric Falardeau
Attori: Kayden Rose, Emile Beaudry, David Tousignant
Genere:
Horror
Durata:
100 minuti
Paese:
Canada
Anno:
2012