Stephen King: “il remake di IT ha superato le mie aspettative”

Il maestro dell’horror Stephen King ha visto il remake di IT e ne è rimasto piacevolmente sorpreso.

Il remake di It è di certo uno dei film più attesi dell’anno e ormai non dovremo più aspettare molto per vederlo: l’uscita nelle sale americane è prevista per l’8 settembre 2017, speriamo che la data italiana non si discosti troppo.

Qualcuno però non ha dovuto attendere per vedere all’opera il nuovo Pennywise: parliamo del Re in persona, Stephen King. La mente dietro al libro da cui il film è tratto (già portato sullo schermo nel 1990), ha assistito alla proiezione del film e a quanto pare offre parole di conforto per tutti coloro che sprofondano in un baratro di ansia e scetticismo ogni volta che sentono la parola “remake”.

Il produttore Seth Grahame-Smith ha affermato infatti che “Stephen mi ha detto di dirvi che ha visto oggi la proiezione del film e vuol far sapere a tutti che dovrebbero smettere di preoccuparsi in quanto i produttori hanno fatto un ottimo lavoro”. Parole molto confortanti, ma per adesso possiamo solo sperare che siano anche veritiere (dopotutto lo scrittore del Maine odia Shining) e che King ha ribadito con un tweet: “Andy Muschietti’s remake of IT (actually it’s Part 1–The Losers’ Club) succeeds beyond my expectations. Relax. Wait. And enjoy.”.

Già da molto tempo si parla del remake di IT, che ha anche subito ritardi a causa di problemi con la produzione. Inizialmente alla regia doveva esserci Cary Fukunaga (True Detective), che però ha abbandonato il progetto a causa di divergenze creative riguardanti la sceneggiatura. Dichiarò infatti: “Stavo cercando di fare un film horror non convenzionale. […] Volevano facessi una sceneggiatura più innocua, più convenzionale. Ma io non credo si possa fare un perfetto Stephen King inoffensivo.”. Forse questa sua affermazione è stata presa a cuore dal nuovo regista della pellicola, Andres Muschietti (La madre), dato che a quanto pare il nuovo It sarà R-rated, cioè vietato ai minori di 17 anni non accompagnati.

Anche per quanto riguarda l’attore protagonista ci sono stati dei cambi al vertice: per interpretare Pennywise inizialmente era stato scelto Will Poulter, sostituito poi con Bill Skarsgard (Hemlock Grove). Ruolo molto impegnativo quello di Skarsgard, dal momento che sarà ovvio e inevitabile il confronto tra il suo Pennywise e quello di Tim Curry, che interpretò magnificamente il pagliaccio assassino nel film per la tv in due episodi del ’90. Il giovane attore è ben consapevole di aver ricevuto un’ eredità “scomoda”, ma ha affermato: “La prestazione di Tim Curry era veramente grande, ma è importante per me fare qualcosa di diverso proprio per questo”. Speriamo che questo nuovo Pennywise sia davvero all’altezza delle aspettative, considerando anche che a quanto pare sarà probabilmente più cattivo e spietato del primo, dal momento che questo nuovo film sarà più fedele al libro. Sarà anche diviso in due parti, nella prima i protagonisti (i “Perdenti”) sono bambini, nella seconda da adulti tornano ad affrontare le loro paure.

Anche il resto del cast è già noto: Jaeden Lieberher (sarà Bill Denbrough), Sophia Lillis (è Beverly Marsh, unica ragazza del gruppo), Jeremy Ray Taylor (sarà Ben Hanscom), Jack Grazer (interpreterà Eddie Kaspbrak), Finn Wolfhard (direttamente da Stranger things, sarà Richie Tozier), Chosen Jacobs (è Mike Hanlon), Wyatt Oleff (interpreterà Stanley Uris), Nicholas Hamilton (sarà Henry Bowers), Jake Sim (è Belch Huggins), Owen Teague (interpreterà Patrick Hockstetter) e infine Jackson Robert Scott (sarà Georgie Denbrough, la prima vittima di Pennywise).