Re-Animator – Recensione

Re-Animator è un film horror fantascientifico tratto dal racconto Herbert West Rianimatore di Howard Phillips Lovecraft.

Re-Animator-recensione
Re-Animator-recensione

Con Re-Animator nel 1985, Stuart Gordon fa il suo debutto come regista cinematografico, prima di entrare in questo mondo aveva già fondato e diretto diverse opere teatrali, ma bisogna subito mettere in chiaro che il regista non paga alcun tipo di scotto nel passare dal teatro al cinema, riesce a portare sul grande schermo una specie di “Grand Guignol”, che non è altro che un antenato dell’horror.

La storia è tratta da uno dei racconti di Lovecraft (Herbert West Rianimatore del 1922), che il nostro regista ama particolarmente, visto che assieme al suo fedele compagno in armi Bryan Yuzna, si alterna tra regia e produzione e con cui decide di girare diversi film, sempre tratti da famosi racconti dello scrittore di Providence.

Re-Animator racconta le gesta di uno scienziato, Herbert West che, spenderà la sua vita a ricercare la cura perfetta: il siero per riportare in vita gli uomini e renderli immortali.
Il nostro protagonista per poter proseguire i suoi studi, sarà costretto a trasferirsi in America, dove incontrerà Dan Cain, il suo compagno di stanza e la sua ragazza , entrambi verrano coinvolti nella follia del Dr.West.
Gli esperimenti però saranno malvisti dal professor Hill, il primario del reparto ed esperto in lobotomie e dal direttore dell’ospedale il Dr. Hasley, padre di Megan, la ragazza del coinquilino di West.

Una volta che Herbert sarà riuscito a sintetizzare il liquido verde, che riporta in vita i morti, si troverà di fronte al problema per cui i suoi pazienti una volta riacquisita la forza vitale perderanno totalmente il senno, saranno come in preda ad una follia omicida.
Gli esperimenti proseguono tranquillamente fino a quando un avvenimento inaspettato cambierà totalmente le carte in tavola per il dr.West e il suo assistente Cain.

La trama potrà risultare un po’ banale, ma la messa in scena di Gordon è pazzesca, riesce a dirigere questo cult dell’horror anni ’80 con estrema maestria, movimenti di camera sempre aggraziati e neanche una sbavatura col posizionamento della stessa. Seppur si tratti di un film low-budget, gli effetti splatter sono di ottimo livello, a parte forse il gatto-zombie che sembra quello che è: un manichino.

Il personaggio di West, è interpretato da Jeffrey Combs, che non sbaglia un colpo e riesce a portare in scena un uomo geniale, ma allo stesso tempo patetico, sempre comunque molto caricaturale e con battute alquanto trash, che ricordano il mitico Ash, de L’Armata delle tenebre.

L’altro personaggio veramente degno di nota è quello del professor Hill, interpretato da David Gale, che riesce a calarsi perfettamente nel ruolo.
Il film in generale possiede in se, una forte carica ironica, ma questo non fa scivolare questa pellicola nella categoria cinema-trash, in quanto la regia e la messa in scena sono di altissimo livello.

Per concludere Re-Animator, è un cult e un film perfetto nel suo genere, non ha forse la pienezza di contenuti che può avere un qualsiasi film di George A. Romero per esempio, ma è pieno di divertimento e scene memorabili, che difficilmente gli amanti del genere dimenticheranno.

Titolo: Re-Animator
Titolo originale: Re-Animator
Regia: Stuart Gordon
Attori: David Gale , Jeffrey Combs , Barbara Cramption.
Durata: 84 min.
Anno: 1985
Paese: Stati Uniti

Acquista:
Re-Animator – DVD
Re-Animator – Blu-Ray Disc

RASSEGNA PANORAMICA
Giudizio
Aspirante regista in erba ma più che altro grande amante del cinema in ogni suo genere e sottogenere.