Almost Dead – Recensione

Sbarca su Prime Video lo zombie movie one-location tutto italiano. La recensione di Almost Dead

Almost Dead - Recensione
Almost Dead – Recensione

Almost Dead è uno zombie-movie del 2016 diretto da Giorgio Bruno, da poco sbarcato sulla piattaforma streaming Prime Video. Un prodotto pensato per il mercato internazionale e che infatti vede nel ridottissimo cast sopratutto attori stranieri.

La dottoressa Hope Walsh si sveglia dentro un’ auto che ha appena fatto un incidente, legata e imbavagliata. In completo stato confusionale, non ricorda chi è e chi sia la donna morta al volante accanto a lei. Dopo essere riuscita a liberarsi, scoprirà che è in atto un’epidemia di morti viventi e che l’auto è il suo unico rifugio.

Partiamo dal presupposto che personalmente ho un’ adorazione incontrollata per i film one-location, cioè quelli che si svolgono interamente nello stesso luogo come il recente The End? L’inferno fuori di Daniele Misischia. Ah sì, dimenticavo anche che gli zombie-movie sono uno dei miei generi preferiti nonostante sia un cinema piuttosto inflazionato negli ultimi anni. Ma Almost Dead non è un film che parla semplicemente di morti viventi, Bruno fa quello che ogni buon sceneggiatore/regista dovrebbe fare con il cinema di genere: usarlo come pretesto per raccontare l’unico argomento che realmente ci interessa: noi stessi, gli esseri umani. Ed è probabilmente il motivo che ci spinge a cercare emozioni sempre più forti nel cinema, l’intento inconscio è scoprire infatti chi siamo tramite questo surrogato di seduta psicoterapeutica. Avrei fatto come la protagonista? La capisco o la odio per le scelte che ha fatto nella storia? Almost Dead parla di umanità e del bene e del male che si trascina dietro (dentro) fino all’unico epilogo possibile, la morte.

Almost Dead ha uno buona regia “internazionale”, che non sembra scimmiottare per nulla il cinema americano e la sceneggiatura per quanto non originalissima e a volte un po’ forzata, è abbastanza di qualità da tenere lo spettatore seduto in poltrona 85 minuti senza particolari tentennamenti. La pellicola ha comunque l’aspetto di un film low-budget e commette diversi errori logici nello svolgimento delle scene, alcuni make-up sono esageratamente fittizi, e il doppiaggio a volte risulta surreale. Tra alti e bassi si assesta nel mercato cinematografico come un prodotto dignitosissimo e per nulla pretenzioso che può intrattenere i fan dell’horror più onnivori.

Titolo: Almost Dead
Titolo originale: Almost Dead
Regia
: Giorgio Bruno
Attori: Aylin Prandi, Sean James Sutton, Valentina Ferrante
Genere: Horror, zombie movie
Durata: 85 minuti
Anno: 2016
Paese: Italia