The Taking of Deborah Logan – Recensione

Pellicola d’esordio per Adam Robitel, prodotta da Bryan Singer (Trick’r Treat, X-Men saga, Il cacciatore di giganti, L’allievo).

The Taking of Deborah Logan è un film horror in stile found footage con uno dei classici e anche più terrificanti temi: la possessione.

Lo stile found footage è visto e rivisto, spesso abusato nei film di categoria horror, ma non è questo il caso. Le riprese in questo stile sono giustificate da Mia Medina (Michelle Ang), studentessa che sta preparando una tesi sull’Alzheimer e che sceglie come suo soggetto “sotto esperimento” Deborah Logan (Jill Larson), una gracile vecchietta affetta dal morbo che vive insieme alla figlia Sarah (Anne Ramsay) in una casa di campagna.

La studentessa con il permesso della signora si trasferisce con la sua troupe nella sua abitazione, ma presto tutti si accorgono che la donna non manifesta solamente i sintomi dell’Alzheimer.

The-Taking-Of-Deborah-Logan-
Il personaggio di Deborah Logan è ben caratterizzato dai sintomi della malattia che poi muteranno in una vera e propria possessione.

Sembrerebbe il classico film mockumentary simile a Rec, Blair Witch Project e Il Quarto Tipo.

Ma a differenza dei tre citati sopra, la pellicola è girata in maniera stabile evitando immagini e inquadrature di scarsa qualità.

I punti deboli del film risiedono nei soliti cliché da film horror, ovvero nelle scene notturne all’interno della casa dove magicamente l’uso delle luci elettriche si minimizza nell’utilizzare una torcia o la luce emessa dalla telecamera.

Solito problema che troviamo in tantissimi film horror, ricordo in Sinister, dove gli interrutori della luce spariscono per ¾ del film.

The Taking of Deborah Logan gif
The Taking of Deborah Logan gif

Sono parecchi i Jump Scares, già presenti dopo la prima mezz’ora del film e si ripetono abbastanza frequentemente sciupando un po’ l’atmosfera densa di terrore.

Tirando le somme The Taking Of Deborah Logan è un buon film che merita di essere visto. Il buio e la malvagità riusciranno ad avvolgervi.

Preparatevi a fare qualche piccolo salto dalla sedia e a scoprire un finale niente male.

E per finire, in questa pellicola scoprirete da dove proviene uno dei più famosi gif animati (horror) che girano sul web…

The Taking of Deborah Logan