Home Notizie The Girl Next Door (2007) – Recensione

The Girl Next Door (2007) – Recensione

The Girl Next Door (La ragazza della porta accanto) racconta la storia vera di una ragazza violentata e torturata da un gruppo di ragazzini.

Silvia Lykens venne torturata da Gertrude Baniszewski per mesi: chiusa in cantina, denutrita, ustionata con acqua bollente e sale, violentata e marchiata con le parole “Sono una prostituta e fiera di esserlo”.

La ragazza della porta accanto racconta la loro vera e terribile storia, usando nomi fittizi e ispirandosi al libro omonimo di Jack Ketchum. Pensare che tutto ciò sia reale fa venire davvero i brividi. Gregory Wilson, il regista, ha realizzato un film molto duro ma al tempo stesso pieno di tatto, mescolando sapientemente il Cinema con la realtà. La vicenda era stata ripresa anche in un altro film con Ellen Page“An American Crime”, altra pellicola validissima anche se differente nell’animo. Consiglio la visione di ambedue le opere per farsi un quadro completo sugli eventi accaduti e per capire come si può rappresentare in maniera diversa una stessa storia.

Titolo: La ragazza della porta accanto
Titolo originale
The Girl Next Door
Regia:
Gregory Wilson
Attori: Blythe Auffarth, Blanche Baker, Daniel Manche
Genere:
Horror, Thriller, Drammatico
Durata: 91 minuti
Paese:
USA
Anno:
2007