Arriva il remake di IT

remake IT Pennywise
remake IT Pennywise

Chi non ricorda Pennywise alias IT il clown di Derry, ovvero “Il Clown” per antonomasia, almeno in ambito cinematografico? Ebbene dopo la versione del 1990, il pagliaccio divoratore di bambini dell’omonimo romanzo di Stephen King ritornerà con un remake in uscita nel 2016. Ovviamente noi di NAQB non potevamo perderci le anticipazioni provenienti dagli States riguardo questa celebre pellicola.

Inizialmente per la regia si era parlato di Cary Fukunaga (True Detective) ma, a causa di divergenze creative, pare che abbia poi deciso di rinunciare al progetto, rivelando che la sua intenzione era quella di creare un horror diverso e non convenzionale, cosa non gradita ai produttori Dan Lin, Roy Lee, Seth Grahame Smith e David Katzenberg. Ora, invece la New Line sembra aver trovato in Andrés Muschietti, autore di La Madre, il nuovo regista di IT. Riguardo a chi interpreterà Pennywise, non indovinereste mai chi è in lista, anche se in maniera non ufficiale: si tratta di Will Poulter, il giovanissimo attore britannico ventiduenne, che molti di voi ricorderanno più come Kenny Rossmore in “Come ti spaccio la famiglia” (2013). In prima istanza la produzione mirava ad attori più anziani come Mark Rylance e Ben Mendelsohn, l’ultimo dei quali ha scelto di recitare in Star Wars: Rogue (visto che la pellicola originale aveva attori come: John Ritter, Jonathan Brandis, e anche Seth Green!) Ma pare che la faccia da ragazzino di Poulter abbia avuto la meglio su tutti. Poulter precisamente è stato scelto da Fukunaga (proprio per rappresentare una pellicola lontana da archetipi e clichè) quindi non si sa ancora se il nuovo regista argentino Muschietti manterrà proprio lui nel ruolo di Pennywise. Anche se, bisogna dire che sarebbe difficile per qualsiasi attore seguire le orme di Tim Curry, che ha interpretato una performance fantastica nei panni di IT. E a fronte di ciò per un attore come Poulter dovrebbe essere ancora più difficile, considerando che è noto al pubblico in ruoli ben diversi da quello da psicotico, assassino o demone-pagliaccio.

Intanto l’attuale piano del film (che si basa su un romanzo di 1.138 pagine) prevede una suddivisione in due parti: una incentrata sui personaggi principali da bambini, e un’altra da adulti. Le due parti saranno girate in contemporanea all’interno della stessa pellicola ma rilasciate come due film separati. Il fattore positivo è che Stephen King ha dato agli attori la sua benedizione, anche se non si sa ancora nulla sul parere personale dello scrittore riguardo lo sviluppo della sua opera, e si sa, lui è uno che non se la tiene. Odiava Shining, per molte ragioni, ma soprattutto perché, secondo lui, il personaggio di Wendy interpretato da Shelly Duval era stato ridotto ad un idiota che urla durante l’intero film. (Parole sue).

Personalmente sin da bambino da subito ho amato la pellicola originale di IT, e come tutti i puristi temo il peggio, proprio non mi va di veder massacrare un “colossal” del genere. Però, da speranzoso cronico, sono convinto che, se giocano bene le loro carte, questo remake potrebbe persino avere parti più suggestive dell’originale, inserendo qualche colpo di scena soprattutto nella seconda parte, la quale era incentrata maggiormente sugli interpreti oramai adulti e meno su Pennywise. Insomma attendiamo con ansia l’uscita di questa “icona horror” sperando almeno che questa volta, non esagerino con gli effetti speciali, perché diciamoci la verità, quando Pennywise è diventato quel gigantesco ragno fatto di luce, ha finito col perdere il vero ed inquietante fascino del terrore nascosto dietro quella faccia gioviale.