Possession – Recensione

Si potrebbe descrivere “Possession” di Andrzej Żuławski in molti modi, ma alla fine basta una sola parola: capolavoro. Spesso gli appassionati di horror si concentrano troppo sugli slasher alla “Nightmare”, tralasciando il lato profondo e autoriale del genere. Un esempio può essere Roman Polanski che col suo “Rosemary’s Baby” che ha rivoluzionato il mondo del Cinema del terrore.

Da affiancare a questo c’è sicuramente “Possession” un horror psicologico morboso, angosciante, girato in maniera superba e vorticosa da un vero maestro della macchina da presa. Craven e Romero si devono indubbiamente amare alla follia, ma Zulawski è decisamente superiore tecnicamente e filosoficamente, anche se meno politico dei due Maestri citati. “Possession” è un cult da recuperare assolutamente.

Titolo: Possession
Titolo originale
: Possession
Regia: Andrzej Żuławski
Attori: Sam Neil, Isabelle Adjani, Margit Cartensen
Genere: Horror
Durata: 123 minuti
Paese: Francia, Germania ovest
Anno: 1981