L’insolito e commovente “thriller” di Micheal Sarnoski. La recensione di Pig – La Vendetta di Rob

Pig – La Vendetta di Rob è un film drammatico del 2021 diretto da Michael Sarnoski che il regista ha scritto in collaborazione con Vanessa Block. Nel cast troviamo Nicolas Cage, Alex Wolff, Adam Arkin, Nina Belforte e Gretchen Corbett. Uscito il 16 luglio 2021 negli Stati Uniti, è arrivato in Italia il 16 settembre in streaming su quasi tutte le piattaforme ed è disponibile dal 20 ottobre in home video in DVD e Blu-ray con Eagles Pictures.

Rob è un uomo maturo, che vive in mezzo ai boschi nell’Oregon, lontano dal caos delle metropoli e che sopravvive grazie alla sua attività di ricercatore di tartufi. Gli ottimi risultati da lui raggiunti sono stati realizzati anche grazie all’aiuto di un maiale da tartufi femmina, particolarmente dotata e alla quale l’uomo è molto affezionato. Le cose si complicheranno quando il maiale verrà rapito, e Rob per ritrovarlo dovrà tornare a Portland nei luoghi in cui un tempo ha lavorato come chef.

Prima di continuare va fatto un chiarimento: Pig non è un film horror, non è neanche un thriller e non vi svelerò neanche se questa pellicola sia o meno un “revenge movie”, onde evitare di spoilerarvi quella che si presenta come un’opera capace di sorprendere gli amanti del cinema. Pig è un film fondamentalmente drammatico, nel quale però gli eventi vengono narrati con gli stilemi del giallo o del thriller, e dove per tutto il tempo lo spettatore rimarrà sospeso nell’incertezza di sapere cosa accadrà, perché nulla durante la visione risulterà facilmente prevedibile.

E così abbiamo svelato il grande bluff architettato del marketing che ruota intorno all’uscita di Pig: il trailer cupo e la frase sul poster “Gli hanno portato via tutto, ora vuole riprenderselo”, farebbe infatti immaginare una vendetta sanguinosa, simile a quelle dei film con Liam Neeson, ma così non sarà. Un’operazione questa che possiamo considerare una “bugia bianca”, detta a fin di bene, per portare il pubblico a scoprire un’ottima pellicola originale, dove la commistione dei generi thriller/drammatico non risiede nei contenuti, ma nel linguaggio cinematografico. Una bella e commovente storia, sussurrata e splendidamente diretta dall’esordiente Michael Sarnoski.

L’opera che si fregia anche di un’ottima fotografia, ha ricevuto il plauso della critica, e ne ha elogiato la regia, i temi e l’interpretazione di Nicolas Cage. Elogi all’attore forse troppo sorpresi, visto che aveva già dimostrato abbondantemente le sue qualità, a cominciare dal Premio Oscar vinto come miglior attore protagonista nel 1995 per Via da Las Vegas. Noi fan dell’horror non ci aspettiamo niente di meno da Cage, che recentemente ci ha regalato interpretazioni monstre come quella in Mandy e, per questa ragione voglio invece sottolineare la bravura di Alex Wolff, che abbiamo apprezzato in Hereditary e nel recente Old, perché in Pig, nonostante interpreti solo un comprimario, ci regala un personaggio credibile e magistralmente interpretato.

Pig è un film contemplativo che affronta i temi della perdita e dell’elaborazione del lutto attraverso l’interpretazione di una scienza culinaria dove i “sapori” sono le rappresentazioni codificate delle emozioni passate, sia dolorose che felici. Figlio di immaginari fincheriani alla Fight Club e vendette romantiche alla Ratatouille (sì, il film d’animazione), Pig è un ritratto un po’ grottesco ma toccante che saprà commuovere il pubblico.

Titolo: Pig – La vendetta di Rob
Titolo originale: Pig
RegiaMichael Sarnoski
AttoriNicolas Cage, Alex Wolff, Adam Arkin, Nina Belforte, Gretchen Corbett
Paese: UK, USA
Anno: 2021
Genere: Drammatico, “thriller”
Durata : 92 minuti

_________________________________________________

Seguici su Twitch Instagram, Youtube, Facebook, Gruppo Facebook e Telegram
Fondatore di NAQB, divulgatore di cinema horror e cinema indipendente, combatto i conjuriani con ogni mezzo. Se ti piace il nostro lavoro, diventa Patreon!