Halloween: i 6 bambini a cui non vorreste aprire la porta

Continua il filone dedicato ad Halloween , pertanto oggi vorrei approfondire con voi l’argomento riguardante i bambini più cattivelli del grande schermo che, nonostante il loro candore, riescono a terrorizzare persino più dei grandi; eh già, perché non tutti (per fortuna) sono così adorabili come Shirley Temple con i suoi boccoli dorati.

L’esorcista
Regan

Vogliamo parlare della povera Regan in “L’Esorcista”, passata da ragazzina perbene in una che fa pipì stando in piedi dinanzi ai suoi genitori e amici, insomma sarà sempre una delle figure più mostruose ed emblematiche del grande schermo. Questa pellicola, sia per regia che per sceneggiatura, inevitabilmente rappresenta un cult per gli spettatori di ogni età. Ora,  immaginatela a bussare alla vostra porta in qualche sua posa plastica prima di dirvi “dolcetto o scherzetto!”

Damien The omen


Damien

Per restare in tema diabolico, che dire di Damien in “The Omen” , remake de “Il presagio” del  76, ragazzino che da subito incute paura anche agli animali, ma con la faccia pulita ed il taglio di capelli a scodella per un po’ inganna tutti, lui rappresenta l’anticristo, cioè colui che prova a stravolgere le regole, e voi, vorreste farlo indispettire negandogli qualche dolcetto?

Gage Cimitero vivente
Gage

Gage
in “Pet Sementary”, dall’omonimo romanzo di Stephen King, un bambino dal viso angelico di due anni che dopo la sua tragica morte viene posseduto da uno spirito malvagio, non vi sembra “adorabile” persino con un bisturi in mano, che tra l’altro maneggia con una dimestichezza tale da fare quasi invidia a  Mr. Krueger? Secondo voi, dopo aver visto la scena di esemplare brutalità in cui Gage taglia da parte a parte la bocca del vecchio, credete che lui non sia in grado di ripeterla nel caso in cui la vostra scelta , alla sua domanda, ricadesse sullo “scherzetto”?

Gemelle Grady
Gemelle Grady

Le gemelle Grady in “Shining” di S. King, sono due bambine apparentemente normali, le quali non presentano alcuna caratteristica come dire, mostruosa; eppure quel genio di Kubrick è riuscito a renderle angoscianti e raccapriccianti circondandole di mistero. Non sarà affatto facile capire cosa vorranno la notte di halloween quando busseranno alla vostra porta, specialmente se restano in silenzio, lì impalate a guardarvi, mentre voi seduti comodamente sul vostro triciclo tremate nella consapevolezza di aver finito i dolci!


Samara The Ring
Samara

Per quanto riguarda Samara in “The Ring”, a me da l’impressione che forse per il trucco e parrucco questa bambina frequenti proprio lo stesso salone di Regan,  per non parlare poi del portamento; entrambe hanno movenze a dir poco spaventose. Lei però non bussa alla porta, passa direttamente dalla televisione, così come accade nella scena cult del film, con quel viso bianco pallido e i lunghissimi capelli neri. Ma tranquilli, lei non vi farà un improvvisata, ha già iniziato il giro di telefonate per avvisare della sua visita durante la notte di halloween!

Halloween Michael Mayers
Michael Mayers

Come parlare di Halloween escludendo il piccolo Michael Mayers, nella versione “The beginning”, che proprio durante la notte del 31 ottobre da sfogo a tutta la sua furia omicida, se quella sera fosse andato a bussare alle porte “forse” non avrebbe sterminato buona parte della sua famiglia! Quindi se fossi in voi, ci penserei bene prima di dirgli: “sei grande per fare dolcetto o scherzetto” quando busserà alla vostra porta!

Mentre ironizzo, quasi per esorcizzare le paure recondite in questa festività, vi auguro buon Halloween, e visto che qui da noi l’usanza di travestirsi da mostri e suonare alle porte non è troppo in uso, vi consiglio di chiedere almeno tre volte “chi è?“, quando busseranno nel bel mezzo della notte del 31 al vostro campanello!