Prima di morire George A. Romero stava preparando un nuovo film sugli zombie

La morte di George A. Romero e il film che stava preparando prima della sua scomparsa.

Banner It capitolo 2 UCI Cinemas

George A. Romero Presents: Road of the Dead, il film che stava preparando prima della sua scomparsa.

Il 16 Luglio 2017 è scomparso George A. Romero, padre indiscusso del filone horror sugli zombie e che ha lasciato un segno indelebile nella cinematografia horror e nella cultura di massa. Per chi non avesse la mente fresca sui lavori del Maestro, ecco un ripasso: è del 1968 La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead), film cult che ha dato vita al sottogenere degli zombie.

Asylum magazine horror banner

George A. Romero, a parte il film appena citato che l’ha reso celebre, è stato un regista molto prolifico, regalandoci perle quali (citando i più celebri): La città verrà distrutta all’alba (The Crazies) del 1973, Zombi (Dawn of the Dead) del 1978, Creepshow del 1982 e altri ancora.

Quando, all’età di 77 anni, George A. Romero si è spento, stava lavorando a un lungometraggio dal titolo George A. Romero Presents: Road of the Dead. In questo nuovo capitolo, però, sarebbe stato solo produttore, mentre il regista sarebbe dovuto essere Matt Birman. Si doveva trattare di un film in cui degli zombie correvano in un’arena automobilistica per il piacere di alcuni sopravvissuti all’apocalisse.

George A. Romero è deceduto per via di un cancro ai polmoni, secondo le dichiarazioni del suo produttore Peter Grunwald al Los Angeles Times. Quando il Maestro si è spento, pare che fosse in compagnia della sua famiglia ad ascoltare la colonna sonora di Un uomo tranquillo di John Ford, composta da Victor Young.

Il primo poster ufficiale di George A. Romero Presents: Road of the Dead

George A. Romero Presents- Road of the Dead - Poster
George A. Romero Presents- Road of the Dead – Poster
canale youtube NAQB
Banner It capitolo 2 UCI Cinemas
Alessia Arnold
Horror-maniaca fin dall'infanzia, aspetto ancora l'Uomo Nero mentre molte sognano il Principe Azzurro. Il mio guardaroba è total black e quando mi chiedono se è morto qualcuno rispondo.."non ancora".