EffectUs 2018, l’evento dove cinema e make-up si incontrano

EffectUs è l'evento perfetto per chi vuole immergersi nel mondo degli effetti speciali cinematografici

Effectus Event 2018
Effectus Event 2018

EffectUs è un punto d’incontro tra professionisti del make-up cinematografico e appassionati: imperdibile per conoscere il dietro le quinte dei film horror!

EffectUs, ovvero lo Special Makeup Effects Event, di cui vi avevamo già parlato nell’articolo precedente, si è rivelato un interessantissimo punto d’incontro e di scambio di idee tra professionisti del trucco cinematografico sia con altri colleghi, sia con amatori e appassionati a questo mondo. Ripercorreremo le tappe più interessanti dell’evento, soffermandoci sulle personalità che si sono espresse sulla propria professione e sulle attività che maggiormente hanno suscitato il nostro interesse in quanto horror-maniaci.

Inizialmente, c’è stata una conferenza molto interessante in cui è stato intervistato Ivan Poharnok, professionista ungherese di effetti speciali che ha lavorato in film come Taxidermia, Hellboy 2, Alien VS Predator, The Martian, Inferno, Underworld the Blood War, Extincion, Season of Witch, The Alienist e tanti altri. Ha creato Filmefex, un’agenzia per la realizzazione di effetti speciali cinematografici a cui i registi o le varie produzioni possono rivolgersi per avere dei servizi.

Conferenza sul trucco cinematografico - EffectUs 2018
Conferenza sul trucco cinematografico – EffectUs 2018

Successivamente, c’è stata un’altra conferenza a cui ha presenziato Roberto Pastore, professionista di sfx, che ha lavorato a film come Rosso Malpelo, Smetto quando voglio ad Honorem, Smetto quando voglio Reloaded, Napoli Velata, Il Primo Re, Sulla mia pelle e altri ancora. Pastore ha raccontato le dinamiche interne alla sua carriera, il rapporto che si instaura sul set con gli altri membri della troupe e, in particolare, dell’interazione tra il reparto trucco/parrucchiere e costumi e i possibili problemi e/o imprevisti che potrebbero presentarsi.

EffectUs 2018
EffectUs 2018

Forse il momento più succulento per gli amanti dell’horror, però, è stato la proiezione di ben sei cortometraggi horror selezionati e gentilmente offerti dal FIPILI Horror Festival: Evocazione all’ora del Tè di Maurizio Temporin, Presepe Vivente di Lorenzo Fassina, L’ora del buio di Domenico De Feudis, Hitler’s Balls di Francesca Reverdito, Apostles di Marcos DeBrito e The Foodies di Julien de Volte Arnaud Tabarly.

Evocazione all’ora del Tè di Maurizio Temporin ha come protagonista Laura, una ragazza di buona famiglia che decide di evocare un demone per vendicarsi dei mali sofferti. Sfortunatamente per lei, i demoni si sono adattati ai tempi moderni e operano in maniera diversa da quanto si aspettasse. Così Laura si ritrova in una commedia horror-burocratica nella quale contratta per la sua anima.

Presepe Vivente di Lorenzo Fassina parla di una neo coppia pagana terrorizzata da una presenza divina dopo che Agave, la protagonista, versa accidentalmente del sangue sui personaggi del presepe.

L’ora del buio di Domenico De Feudis ha come protagonista Sofia, una ragazza tenuta inspiegabilmente prigioniera da un misterioso rapitore. Per lei c’è solo un modo per salvarsi ed è quello di chiamare aiuto. L’occasione si presenta una notte quando, sfruttando un momento di distrazione dell’aguzzino, la ragazzina si impossessa di un cellulare e chiama la polizia.

Hitler’s Balls di Francesca Reverdito è ambientato in una situazione molto particolare e surreale: infatti Hitler non è morto, ma si nasconde nei boschi con una donna gitana. Aspettano un figlio, che è Donald Trump. Ma alle loro costole ci sono due donne cacciatrici di nazisti che non avranno nessuna pietà.

Apostles di Marcos DeBrito parla di un uomo senza testa che prepara meticolosamente una cena di fronte a una telecamera. Per mettere in scena il cupo disegno che ha in mente, deve trovare la testa di Giuda prima che la luna piena sorga.

The Foodies di Julien de Volte Arnaud Tabarly ha come protagonista una famiglia completamente pazza e affamata, “i Foodies”. Vittime della crisi che attanaglia la loro regione e sotto la guida di Gertre, il patriarca, sono pronti a fare qualsiasi cosa per ottenere il cibo, anche il peggio.

A parte queste piccole perle cinematografiche e le conferenze, ovviamente, c’era la possibilità di gironzolare fra i vari stand di trucco e assistere alla realizzazione, dal vivo, di make-up e applicazione di protesi sui modelli. Gli espositori presenti, per chi fosse interessato al settore, erano Antichità Belsito, Baburka Factory, Special Makeup Effects Department, Doc Creativity, DZ Models, Ferba Srl, Go Studio, Kryolan, Makinarium, Miroballi, Tilt Professional Makeup, Tiri Whiskey e Titanic FX.

Insomma, l’EffectUs Event offre chicche per tutti i gusti: si tratta di un evento imperdibile per chi voglia passare, anche solo per un giorno, dall’altra parte del set, dalla parte dei professionisti del make-up e degli effetti speciali che rimangono sempre troppo dietro le quinte e, a volte, non gli viene riconosciuta la giusta importanza per la riuscita di un buon film. Se quest’anno non siete riusciti a visitare l’evento, prenotate già i biglietti per l’anno prossimo, la soddisfazione è garantita.