I 10 migliori Film horror con lupi mannari e licantropi

I 10 migliori film horror sui Lupi mannari (licantropi).

I lupi mannari a mio dire, sono le figure più folcloristiche del cinema horror, tra le più antiche nate quasi in concomitanza e subito antagoniste dei vampiri, anche se a differenza di questi ultimi, non rivestono un ruolo di primissimo nelle pellicole horror, ricordiamo tutti ahimè la saga di Twilight dove la massima attenzione è concentrata sul vampiro Edward ed invece il lupo mannaro James fa, diciamo, solo da contorno, sia nel cuore della protagonista che nella saga vampiresca. (Ma questa non è una storia dell’orrore, bensì un orrenda soap opera!).

Tornando alla cinematografia “seria”, la prima comparsa dei lupi mannari risale al 1941 , anno in cui ha avuto inizio il filone di pellicole che hanno conferito fama e fascino alla Licantropia. Infatti la svolta fu data proprio dallo sceneggiatore Curt Siodmak che inserì nella trama dell’uomo lupo riferimenti alla religione ebraica, come la stella a sei punte che compare sulla mano delle vittime del licantropo.

Di seguito vorrei elencarvi una serie di film che hanno come protagonisti i lupi mannari, sui quali vale la pena soffermarsi in quanto rappresentano la storia dell’horror, con annessa classifica.

Voglia di vincere
Voglia di vincere

10.  Voglia Di Vincere (Teen wolf) – 1985 – di Rod Daniel: comincio sul leggero, senza dubbio un film epocale, certamente non un horror, ma è doveroso inserirlo nella nostra classifica in quanto è divenuta la pellicola per antonomasia sui licantropi in versione chiaramente più funny, ma comunque efficace, insomma fa un po’ strano un lupo che gioca a basket, non vi pare? Ma nella scuola che frequenta Michael J. Fox tutto può accadere. E così assistiamo in toto alla trasformazione del protagonista da nerd a sex symbol bestiale… Che dire quando la Licantropia diviene sexy e miete vittime non di sangue ma di cuori…

 

Licantropia Evolution
Licantropia Evolution

9. Licantropia Evolution – 2000 di John Fawcett 2000: rappresenta la pellicola che ha cercato di rilanciare il genere seguendo una chiave un po’ diversa. Il film narra la storia di due sorelle Ginger e Brigitte.

Ginger viene morsa da un lupo proprio il giorno del suo primo ciclo mestruale, e da quel momento parte una metamorfosi graduale che vede la giovane trasformarsi in bestia solo nell’ultima parte. La pellicola a me è sembrata un po’ troppo uterina incentrata sull’unione tra sorelle ma soprattutto in quando donne, beh il girl power in qualche modo l’ha trasformato in un cult…

 

In compagnia dei lupi
In compagnia dei lupi

8. In Compagnia Dei Lupi (The Company of Wolves) – 1984 di Neil Jordan: è una delle pellicole sul genere più acclamate dalla critica, si rifà anche se in chiave modificata, più adulta ed erotica, alla favola di Cappuccetto rosso rappresentata dalla giovanissima Sarah Patterson che recita in mezzo a un branco di lupi e pastori belgi, tra i quali si distingue il licantropo Stephen Rea. Un film molto fiabesco a tratti tra sogno e realtà, in cui spicca la cosiddetta morale “meglio non fidarsi degli sconosciuti soprattutto se affascinanti”.

Dog Soldiers
Dog Soldiers

7. Dog Soldiers – 2002 di Neil Marshall: è il più splatter dei film sui lupi mannari. Tra una carneficina e l’altra, assistiamo allo smembramento di un gruppo di soldati ad opera di un branco di lupi mannari. Sono molto belle le ambientazioni scozzesi, personalmente non impazzisco per il genere splatter, e questa pellicola si rifà molto al genere degli zombie.

Wolfen La belva immortale
Wolfen La belva immortale

6. Wolfen La belva immortale – 1981 di Michael Wadleigh: l’inizio degli anni 80 è il periodo in cui sono portati in auge i lupi mannari, anche se questa pellicola è una delle meno famose. A mio dire la storia funziona ed è molto accattivante con influssi polizieschi: i lupi si aggirano nel Bronx e mietono vittime in maniera molto cruenta, la novità è introduzione nella pellicola della componente della cultura indiana con i loro miti, le loro leggende e la loro saggezza. Infatti i lupi sono in realtà degli essere geneticamente potenziati ben noti alla tribù degli Appalachi. Questo film rappresenta l’esempio di come gli influssi non convenzionali possono dare vigore ad un soggetto.

L'uomo lupo
L’uomo lupo

5. L’Uomo Lupo – 1941 di George Waggner: come già detto è uno dei più vecchi e tra i più noti in cui il Lupo fa riferimento alla tragedia degli ebrei e muore alla fine del film in un’atmosfera da tragedia greca. E’ stato fatto anche un fedele remake con Benicio Del Toro; intitolato Wolfman del 2010 dove lui interpreta Lawrence un uomo che torna nel paese d’origine dopo la tragica morte della madre per aiutare suo fratello a ritrovare una donna scomparsa. La pellicola evidenzia tutto ciò di cui possiamo aspettarci da un film di questo tipo, sanguinosi omicidi, caparbi ispettori e trasformazioni sotto la luna piena. E’ sicuramente da vedere per tutti coloro che vogliono farsi una visione dalla A alla Z sulla Licantropia.

Wolf la belva è fuori
Wolf la belva è fuori

4. Wolf – La Belva E’ Fuori – 1994 di Mike Nichols: probabilmente tra tutti è uno dei film più visti, del resto il protagonista è Jack Nicholson; il quale diviene licantropo dopo aver investito un lupo con la sua auto e nell’intento di soccorrerlo viene morso. Questa pellicola ha molte sfaccettature, parla di ambizione lavorativa, amore ed istinti che nelle persone sembrano assopiti.Sicuramente è un cult del genere.

Un lupo mannaro americano a Londra
Un lupo mannaro americano a Londra

3. Un Lupo Mannaro Americano a Londra – 1981 di John Landis: E’ un must, conosciuto sia dagli amanti del genere che non, due studenti americani vanno in vacanza nella brughiera inglese e fanno una brutta fine: attaccati da un mostro, uno diventa un uomo-lupo, l’altro si trasforma in zombie. Nella pellicola sono mescolati molto bene orrore e ironia seppure con un po’ di humor nero stile britannico. Anche se il film per certi aspetti appare un po’ grottesco con un finale privo di morale, è indubbiamente un cult.

Underworld
Underworld

2. Underworld2003 di Len Wiseman: la pellicola è l’emblematico riadattamento degli effetti della licantropia ai giorni nostri, atmosfere totalmente differenti e forse meno suggestive rispetto a quelle degli anni 80. Il film unisce le due figure della cinematografia horror quella dei vampiri e dei Lycan ossia licantropi . Gli influssi moderni sono molto palesi in stile Matrix come i vari combattimenti . E’ sicuramente un film molto adrenalinico che metto in questa posizione per il suo modo di differenziarsi da pellicole più convenzionali, e perché in fondo diciamoci la verità il mix vampiro/licantropo è perfetto.

L'ululato
L’ululato

1. L’ Ululato1981 di Joe Dante: E’ la pellicola che secondo il mio punto di vista merita in pieno il primo posto in quanto ridà il via ad un filone, quello dei lupi mannari in maniera decisamente eccellente con un perfetto intreccio tra horror e humor. La sceneggiatura è ottima così come la regia, i licantropi sembrano reali mentre le loro trasformazioni sono un po’ deludenti forse perché riflettono comunque gli effetti speciali degli anni 80, che raggiungono il culmine quando si vede un braccio di un licantropo amputato trasformarsi in un arto umano. Nonostante tutto resta uno dei film più emblematici della storia horror.

Sono particolarmente affascinato da tali “bestie” proprio perché tra i primi racconti horror che sentivo da bambino c’erano proprio le storie dei “mannari”, i quali di notte uscivano per strada denudandosi e cercando refrigerio per la forte febbre atipica che li assaliva, pronti ad uccidere ogni persona che malauguratamente si trovasse sul loro cammino per timore di essere riconosciuti e sbeffeggiati l’indomani… Poi si sa, Hollywood con la sua magia è stata in grado di trasformare queste storielle in veri e propri cult!

  1. L’Ululato
  2. Underworld
  3. Un Lupo Mannaro Americano a Londra
  4. Wolf
  5. L’Uomo Lupo
  6. Wolfen La belva immortale
  7. Dog Soldiers
  8. In Compagnia Dei Lupi
  9. Licantropia Evolution
  10. Voglia Di Vincere