Who’s Watching Oliver – Recensione

La madre più spaventosa dai tempi di “Psycho”. La recensione di Who’s Watching Oliver.

Who's Watching Oliver - Recensione
Who’s Watching Oliver – Recensione

“Who’s Watching Oliver” è un film del 2017 diretto da Richie Moore. Protagonista della vicenda è Oliver (Russell Geoffrey Banks), un ragazzo mentalmente disturbato, che vive succube dell’anziana madre (Margaret Roche). Oliver è un ragazzo estremamente metodico, preciso e meticoloso fino al maniacale. Osserva sempre la sua routine quotidiana, che consiste nell’alzarsi la mattina, lavarsi, prepararsi, fare colazione, infine compiere un giro al mercato e al parco giochi locale. La situazione cambia completamente la notte quando, per saziare la volontà della sadica madre, va a caccia di prostitute, per poi violentarle e ucciderle. Un giorno al parco una ragazza, Sophie (Sara Malakul Lane), si mostrerà interessata a Oliver, ma quanto tempo servirà prima che il suo lato oscuro prenderà il sopravvento?

Asylum magazine horror banner

“Who’s watching Oliver” è un film che richiama diversi capolavori del genere horror. Innanzitutto l’estetica stessa di Oliver che, vestito con camicia, pantaloni a vita alta, occhiali e capelli fissati all’indietro col gel, ricorda molto Patrick Bateman di “American Psycho”, anche se in versione decisamente sfigata e nerd. Allo stesso film ci rimanda anche il fatto che di giorno Oliver conduca una vita tranquilla, quasi meticolosa, e di notte il tutto cambi radicalmente, così come succedeva per Bateman. La differenza principale sta nel fatto che Bateman non era costretto da nessuno a uccidere, mentre Oliver è totalmente sottomesso alla figura materna. Un ulteriore rinvio può essere fatto alla figura di Jack Lo Squartatore, dato che Oliver uccide prostitute, anche se qui i motivi sono totalmente diversi.

Who's Watching Oliver - Recensione
Who’s Watching Oliver – Recensione

Per quel che riguarda il nocivo rapporto madre/figlio un altro rimando salta subito all’occhio, ovvero quello a “Psycho” di Hitchcock, in cui il binomio Norman/Norma Bates era foriero di omicidi. Il clichè della madre possessiva/ossessiva torna in “Who’s Watching Oliver”, ma in maniera molto più forte e violenta. Infatti Norma Bates è quasi un agnellino paragonata alla sadica, perversa e sboccata madre di Oliver, una vera e propria strega assetata di sangue, che osserva gli stupri e gli omicidi tramite videochiamata sul pc. Un secondo paragone con una figura materna poco ortodossa potrebbe essere quello con Pamela Voorhees, la madre/assassina del primo film della saga “Venerdì 13”.

Guarda il Trailer di Who’s Watching Oliver

Sicuramente “Who’s Watching Oliver” supera ognuno dei film precedenti per quanto riguarda la figura della madre, che qui viene completamente disumanizzata, trasformata in un mostro, il vero mostro del film. Infatti, nonostante l’esecutore materiale sia sempre Oliver, è la madre la mandante e la fruitrice degli omicidi. Oliver, abusato fin dall’infanzia e complice anche il suo problema mentale, esegue tutto ciò che gli viene ordinato, ma non senza remore e pentimento.

Who's Watching Oliver - Recensione
Who’s Watching Oliver – Recensione

L’incredibile performance di Russell Geoffrey Banks merita da sola la visione di “Who’s Watching Oliver”, infatti l’attore è riuscito perfettamente a calarsi nel ruolo del ragazzo affetto da problemi mentali. Sia il modo di parlare, che le movenze, che la stessa andatura suggeriscono esattamente l’immagine di una persona disagiata e mentalmente instabile. Russell Geoffrey Banks è riuscito a rendere particolarmente credibile la figura di Oliver, interpretando un personaggio che potrebbe diventare un’icona.

Tornando a Oliver, la sua unica ancora di salvezza sembra essere l’ingenua Sophia, la ragazza che si è innamorata di lui. Ma quando ben presto scoprirà la doppia vita del ragazzo, come reagirà? E riuscirà Oliver a emanciparsi dalla madre pazza e possessiva? Ed è proprio nel finale del film che lo splatter si mescola al grottesco, il romanticismo si fonde all’assurdo, fino a lasciare lo spettatore a bocca aperta.

Titolo: Who’s Watching Oliver
Regia: Richie Moore
Attori: Russell Geoffrey Banks, Sara Malakul Lane, Margaret Roche
Genere: horror/drammatico
Durata: 1 h 27 m
Anno: 2017
Paese: USA


Segui NAQB su FacebookInstagram e iscriviti al gruppo Telegram e al canale Youtube per non perderti tutte le nostre notizie! 💀