The Walking Dead 8×05: I peccati di Negan

The Walking Dead 8x05
The Walking Dead 8×05

Recensione della quinta puntata di The Walking Dead 8: I Peccati di Negan.

Puntata intensa su tutti gli aspetti, con vari colpi di scena che mettono d’accordo tutti i fan.
Questa quinta puntata è stata veramente intrigante e la più bella della stagione, fino ad ora.

Asylum magazine horror banner

Diciamoci la verità quando entra in scena Negan la puntata acquista un certo fascino, dovuto sicuramente al carisma del villain, che in questo episodio addirittura si confessa con padre Gabriel svelando, pezzi importanti sul suo passato.

Abbiamo capito senza dubbio che prima dell’apocalisse Negan era un insegnante, la cosa non mi stupisce, anche perchè si poteva intuire da come tratta le persone con quell’aria “di superiorità” che hanno quasi tutti gli insegnanti.

Senza di lui a mettere in riga i suoi folli luogotententi, in particolare Simon, tutto il Santuario andrebbe nel panico e la giostra si romperebbe in poche ore. Conoscendolo meglio, Negan risulta molto più simpatico rispetto al cattivone con la mazza da baseball che ha fracassato la testa di Abraham e Glenn.

E invece al di fuori del Santuario che succede? Rick e Daryl litigando come bambini perdono le armi calibro50 che dopo tanta fatica erano riusciti a recuperare. Ma che succede a Daryl? Addirittura colpisce Rick quando lui lo contraddice, come se non riconoscesse più la sua leadership, Daryl dopo la prigionia sembra essere diventato un animale desideroso di vendetta, senza scrupoli e pronto a tutto per vincere la guerra. Infatti più volte nel corso della stagione ripete la frase “Dobbiamo vincere”, ma a quale costo?

La serie The Walking Dead, ci ha abituati che quando un personaggio raggiunge la sua massima evoluzione dopo poco ci lascia le penne, che stia arrivando il momento di salutare il nostro arciere? Il web andrebbe in subbuglio, in quanto Daryl è tra i personaggi più amati, soprattutto dalle donne. Vedremo…

Per la prossima puntata ci aspettiamo di capire perché Rick è tornato dagli scavarifiuti e che tipo di accordo vuole riproporgli, in più siamo curiosi di sapere lo scopo di padre Gabriel, ormai in stato febbrile dovuto alle budella viscide e putride usate per passare tra i vaganti, se salverà il dottore di Maggie prima della sua dipartita.

Dalla prima puntata, ogni episodio è sempre più bello e ne mancano solo tre alla mid-season, un escalation che ci porterà alla fine della guerra? Sarebbe sublime scoprire poi, i nuovi nemici quando riprenderà la serie. Lo spero vivamente Walkers.