L’horror estremo ispirato allo stalker di Björk. La recensione di The Obsessed.

The Obsessed è un film horror del 2019 diretto da Domiziano Cristopharo con Jacopo Tomassini, Elisa Carrera Fumagalli e Bjordi Mezini disponibile in DVD con Tetro Video, etichetta italo-UK che si focalizza sui film horror indipendenti più estremi e disturbanti.

Patreon NAQB

La trama racconta la storia di Ricardo, un ragazzo alla deriva, che vive nella solitudine, ma circondato da cani e gatti che invadono tutta la sua casa e con i quali sembra convivere nella totale indifferenza reciproca. La giornate trascorrono mentre cerca di anestetizzare con alcol e droghe un forte disagio interiore e i gravi problemi psichici che lo affliggono. I mali di cui soffre sfoceranno nell’insorgere di un’ossessione nei confronti di una donna che neanche conosce: Eva, una cantante famosa che vede sui giornali e in televisione. Lei non è al corrente dell’esistenza di questo caloroso “fan-atico”, nonostante ciò la cantante ha un’influenza totalizzante nella vita di Ricardo. The Obsessed è una libera interpretazione e rivisitazione di una inquietante vicenda realmente accaduta, si ispira infatti alla caso dello stalker Ricardo Lopez, ossessionato dalla cantante islandese Björk.

Cristopharo gira una pellicola che possiamo inserire nel sottogenere body-horror, molto estrema, onirica, psichedelica e che segue l’accaduto, nei fatti principali in modo puntualmente, ma che si permette sfumature ed interpretazioni utili a far emergere temi emotivi e filosofici che rappresentano la sua interpretazione degli eventi.

The Obsessed analizza il tema dell’ossessione, e di come questa patologia sfoci spesso nella volontà di distruggere “l’oggetto” stesso dell’ossessione, forse per poterlo in qualche modo controllare e avere una sorta di arbitrio su di esso. Ricardo nella più profonda solitudine esplora le più amare delle emozioni umane, affogandoci, in completa balia di esse. Vivrà una specie di tour infernale in un fiabesco e mostruoso Paese delle Meraviglie gore, dove impersonerà sia lo Stregatto che la sperduta e delicata Alice.

Impotenza, inadeguatezza, umiliazione e solitudine sono tutti gli elementi che andranno a nutrire il processo di trasformazione nel mostro finale, un’essere umano sperduto nella follia pronto alle più cruente azioni, che però il regista sembra non giudicare, bensì compatire.

Cristopharo rompe gli standard cinematografici e ci porta a dover imparare a muoverci in questo cine-sogno metafisico, dove non conosciamo le regole spazio-temporali: la pellicola scorre fast-forward, in stop motion, jump-cut, la realtà si mischia con la follia e il viaggio allucinogeno, fino a far smarrire il protagonista e lo spettatore.

Visionario sotto ogni aspetto, The Obsessed oltre ad essere un film horror-gore molto più autoriale di quanto potreste aspettarvi, è anche un grandissimo film di genere, lo scopriamo quando sfoggia make-up ed effetti spettacolari, come le mutazioni uomo-gatto e uomo-diavolo, o le disturbanti scene di autolesionismo e di pelle scorticata, o l’esilarante vomito parlante e il diabolico e geniale cazzo senziente.

The Obsessed è un ottimo horror indie, visionario e con effetti speciali superlativi, dove il cinema di genere si mette al servizio della poetica.

Titolo: The Obsessed
Titolo originaleThe Obsessed
Regia: Domiziano Cristopharo
Attori: Elisa Carrera Fumagalli, Bjordi Mezini, Jacopo Tomassini
Paese: Albania
Anno: 2019
Genere: Horror, Gore, body horror
Durata : 87 minuti