VIDEO – The Green Inferno, il trailer italiano

«Oh santo cielo! È inimmaginabile… è orribile… non riusciamo a capire il perché di questa spietata punizione. Probabilmente è legata a qualche oscuro rito sessuale. Ma noi non possiamo accettare gli aspetti primitivi di questa… giustizia » (Alan Yates, di fronte alla ragazza indigena impalata) Vorrei iniziare questa recensione con una scena tratta dal film Cannibal Holocaust (1980 di Ruggero Deodato) che esprime, a mio dire , la vera essenza delle pellicole genere cannibal–splatter.

Green Inferno di Eli Roth, (forse il più folle e visionario regista del genere contemporaneo), presentato anche al Film Festival di Roma, non ancora uscito nelle sale italiane; rappresenta un omaggio ai cannibal-movie, girato con la tecnica del mockumentary, cioè il cosiddetto falso documentario.

Il film narra le vicende di un gruppo di giovani attivisti che da New York arriva in Amazonia per salvare una tribù in via d’estinzione, ma si ritrova in una situazione delle più estreme: durante il viaggio di ritorno l’aereo precipita nella giungla e i ragazzi si ritroveranno di nuovo tra gli indigeni del posto ma questa volta l’accoglienza non sarà delle più piacevoli… Quindi morire è una certezza, e anche in maniera atroce.

Molti di voi si staranno chiedendo che fine abbia fatto The Green Inferno, sapendo che questa pellicola era attesa nelle sale italiane già l’anno scorso, da allora è come se fosse scomparsa nel fitta vegetazione amazzonica dove sono state girate le scene del film.

Tutti attendevano il ritorno di Eli Roth dopo anni di assenza da Hostel: Part II. La causa del ritardo dipende dal fatto che la Worldview Entertainment (casa di distribuzione) si è rifiutata di pagare tutta la campagna promozionale del film.

Ma finalmente possiamo dire che il film sarà nelle sale italiane il 24 settembre 2015 e nel frattempo vi mostriamo il trailer…