L’omaggio a Doom Generation tra splatter e sadomaso. La recensione di Night of Doom

Night of Doom è un film indipendente del 2021 diretto da Davide Pesca, che abbiamo avuto la possibilità di vedere in anteprima. L’opera co-prodotta con Massimo Bezzati, vede nel cast Alessandra Pellegatta, Valentina Cama, Ivan Brusa, Simone Bisanzio, Linda EVil, Giorgio Recchia, Mastro Falco, Simon Rocca e Alessandro Davoli (Alice was my name).

Ambientato in un futuro imprecisato, Night of Doom racconta le vicende che si svolgono in un mondo intriso di criminalità, violenza e follia nel quale ogni cosa ruota intorno alla Doom, una potentissima droga, che oltre ad avere un effetto fortemente allucinogeno, è capace di alterare il sistema nervoso di chi ne fa uso. In questo distopico contesto, si intrecceranno le storie di quattro personaggi assurdi in un tripudio di sesso, droga e morte.

Night of Doom parte dall’incipit di omaggiare il film cult anni 90 diretto da Gregg Araki, Doom Generation e l’analogo titolo ne è un’ aperta dichiarazione del regista. Un lungometraggio che, a differenza del passato, non è composto da segmenti che compongono insieme un film antologico, ma è un intero racconto che si sviluppa senza segmenti dall’inizio alla fine, e per di più gli attori in questo film parlano! Già, perché se seguite “Peach” e/o avete letto le nostre recensioni di Grand Guignol Madness, Dead Butterfly e The Suffering Bible, saprete di certo che i suoi film precedenti sono quasi totalmente privi di dialoghi, una soluzione astuta quando si realizzano film indipendenti a budget ultra basso.

Il viaggio di Night of Doom porta molte novità nel modo di fare cinema di Davide Pesca e rappresenta anche un salto di qualità per quanto riguarda gli aspetti tecnici: riprese, fotografia e compositing sono una spanna sopra i precedenti lavori del regista. Quello che non è cambiato è la sfrontatezza con la quale Pesca mostra e racconta i suoi topoi: abbondanti dosi di sesso, violenza e feticismo, in un clima distopico di degrado urbano con l’oppressione da parte di un potere politico-religioso moralista e ipocrita.

Tanto gore e violenza sono ingredienti imprescindibili e presenti anche qui in dosi abbondanti, ma con una maggiore attenzione alla componente erotica fatta di voyeurismo e scene sadomasochistiche portate all’estremo e coadiuvate dalla non indifferente fisicità di Linda Evil, vera Mistress e protagonista anche nel documentario sul BDSM “Essere Linda Evil” di Aldo Fabbri.

Night of Doom, anche se non propriamente un horror, è un tripudio di violenza e perversioni colorate dalla luce al neon degli spazi asettici di un mondo sempre più artificioso. Seppure non privo di difetti e lacune, mette in mostra anche tanta creatività e passione. Con coraggio e sfrontatezza tratta temi taboo, creando un prodotto di nicchia e ultra-indipendente che, calcolando il quasi inesistente budget usato per realizzarlo, appare a chi ama e sostiene questa corrente, come un piccolo miracolo cinematografico.

Titolo: Night of Doom
Titolo originaleNight of Doom
Regia: Davide Pesca
Attori: Alessandra Pellegatta, Valentina Cama, Ivan Brusa, Simone Bisanzio, Linda EVil, Giorgio Recchia, Mastro Falco, Simon Rocca, Alessandro Davoli
Paese: Italia
Anno: 2021
Genere: Thriller, estremo
Durata : — minuti

_________________________________________________

Seguici su Twitch Instagram, Youtube, Facebook, Gruppo Facebook e Telegram
Fondatore di NAQB, divulgatore di cinema horror e cinema indipendente, combatto i conjuriani con ogni mezzo. Se ti piace il nostro lavoro, diventa Patreon!