I Migliori Film Horror 2016

Scopri i Migliori film Horror del 2016. La Classifica redatta dal Sito Horror Non Aprite Questo Blog con i Film dell’Orrore più belli dell’anno 2016.

Iniziamo questa classifica dei migliori film horror del 2016 con The Conjuring 2- il caso Enfield: titolo importante per un film importante, secondo capitolo della pellicola uscita nel 2013. Diretto da James Wan con Patrick Wilson, Vera Farmiga, Madison Wolfe, Frances O’Connor, Lauren Esposito; il film, come tutti sappiamo, racconta le vicende paranormali dei due ricercatori Ed e Lorraine Warren chiamati da una famiglia londinese la cui abitazione è infestata da un poltergeist. The Conjuring 2, ovviamente non delude le aspettative, e si presenta ancora più inquietante del primo carico di tensione e scene d’impatto.

It Follow: diretto da David Robert Mitchell con Maika Monroe, Keir Gilchrist, Daniel Zovatto e distribuito dalla Midnight Factory, racconta la storia di una giovane Jay che dopo un rapporto sessuale si ritrova perseguitata da visioni raccapriccianti. In seguito scoprirà che per via sessuale viene trasmessa un entità misteriosa intenta a perseguitare il malcapitato. L’unica via di fuga è propagare “l’infezione” facendo sesso con qualcuno per sbarazzarsi della maledizione. Niente male come cura no?

Neon Demon: è stata una delle pellicole più premiate del 2016. Diretta da Nicolas Winding Refn con Elle Fanning, Abbey Lee, Desmond Harrington, Jena Malone, Keanu Reeves, è un horror psico-sensoriale contenente cannibalismo, soprannaturale, che fa riflettere su come gli essere umani siano tra le specie più malvagie e invidiose. La pellicola ruota intorno a una teenager, la cui esistenza è avvolta nel mistero, la quale si affaccia nel mondo della moda a Hollywood riscuotendo gran successo, amata, acclamata da tutti ma anche detestata per la sua fortuna. Angelo o demone è da interpretare, ma fatto sta che di sicuro Neon Demon è una pellicola tutta al femminile intenta a mostrare al grande pubblico scene sublimi ma anche raccapriccianti (come l’occhio che la modella vomita alla fine del film).

Somnia: è un thriller horror diretto da Mike Flanagan e racconta la storia di due coniugi Jessie e Mark che dopo la scomparsa del figlio decidono di adottare un bambino di otto anni di nome Cody. Nessuno sa però, che quest’ultimo nasconde un segreto che gli impedisce di addormentarsi in piena tranquillità. Solo in seguito si scoprirà che in realtà ciò che Cody sogna si manifesta nella vita reale. Tutto sommato, anche se la trama melo-familiare, non è tanto dissimile da altre pellicole uscite negli ultimi anni, il film risulta ben fatto. Unica pecca è forse la durata, un po’ troppo breve.

Regali da uno sconosciuto – The Gift
: è un thriller psicologico diretto da Joel Edgerton con Jason Bateman, Rebecca Hall, Joel Edgerton, Allison Tolman, Tim Griffin, Busy Philipps, Beau Knapp, Wendell Pierce, Mirrah Foulkes, Nash Edgerton. La pellicola racconta la storia di una giovane coppia la cui vita viene sconvolta dall’incontro casuale con un conoscente chiamato Gordo (interpretato dallo stesso Joel Edgerton) che tra incontri casuali e regali misteriosi farà riemergere un inquietante passato. Il film delinea un profilo molto ben fatto dei personaggi in particolare modo il regista Joel Edgerton è riuscito a rendere il suo personaggio Gordo patetico, ossessivo, impavido, ma anche dolce e compassionevole, realizzandone un identikit da vero stalker.

The Witch è un horror-storico che, come si legge nella parte finale del film, trae spunto da “giornali, diari e resoconti giudiziari del sedicesimo secolo”. Diretto da Robert Eggers e girato tra Stati Uniti e Canada, presentato nel 2015 al Sundance Film Festival, è stato ritenuto l’horror più acclamato degli ultimi anni. The Witch è ambientato nelle atmosfere rurali del New England del 1600 e racconta la storia di una famiglia composta da cinque figli, molto devota alla religione cristiana che decide di vivere lontana dal resto della comunità, e improvvisamente si ritrova sconvolta nella piena solitudine e nel silenzio della foresta da una serie di vicende macabre, la prima di queste è la scomparsa del loro ultimo figlio di pochi mesi che svanisce misteriosamente. Da qui in poi il tutto inizierà a prendere una brutta piega. La pellicola si presenta sin dall’inizio molto in stile fiabesco con lo sfondo di una foresta che pare essere tanto incantata quanto stregata da una presenza che incombe su tutti, una strega, anzi un vero gruppo di adepte al maligno. I simboli iconografici non mancano come un caprone nero, riti magici e sabba. Il film non appare per nulla lento, anzi, ha un ritmo incalzante fatto di angosce, inquietudini e disperazione che aumenta mano a mano fino a portare al riscontro finale consistente nella vera e propria sconfitta tra genitori e figli e in questo caso, essendoci di mezzo la fede, anche sconfitta tra filosofia e esseri umani.

Orgoglio e pregiudizio e zombies: è una pellicola fantasy horror diretta da Burr Steers con Lily James, Lena Headey, Sam Riley, Matt Smith, Douglas Booth, Charles Dance, Jack Huston, Aisling Loftus, Bella Heathcote, Emma Greenwell, Suki Waterhouse, Sally Phillips, Morfydd Clark.
Il film ovviamente, è tratto dal romanzo cult di Seth Grahame-Smith dal medesimo titolo: “Orgoglio e pregiudizio e zombie”. Che a sua volta, è inspirata al grande classico romantico scritto da Jane Austen “Orgoglio e Pregiudizio”, con l’aggiunta di influssi dark e gotici. Nel film si racconta di una misteriosa epidemia che si è abbattuta in Inghilterra nel XIX secolo e pertanto tutto il paese si ritrova invaso da zombie. Così le sorelle Bennet capeggiate da Elisabeth, esperte in arti marziali si ritroveranno a proteggere la loro famiglia dall’attacco dei non morti.

Man in the Dark: è un thriller diretto da Fede Alvarez (Evil Dead 2013). Il film racconta di tre giovani ladruncoli che si introducono ingenuamente nell’abitazione di un veterano di guerra alla ricerca di un gran tesoro che lui custodisce. Ovviamente la loro intrusione non si rivelerà un gioco da ragazzi, tutt’altro. Pellicola girata con un budget non elevato, appare da subito ricca di realismo con atmosfere ben costruite e scene crude senza sfiorare lo splatter. È uno dei film meglio realizzati a mio dire nel 2016, il fattore d’impatto è che “tutti sono colpevoli e allo stesso tempo tutti sono vittime dello stesso carnefice” nel cast Jane Levy, Daniel Zovatto e Dylan Minnette.

6 Miranda drive: è un horror soprannaturale diretto da Greg McLean, (Wolf Creek) con Kevin Bacon e Randha Mitchell. La trama racconta di una vacanza in famiglia nel deserto dei parchi del sud-ovest americano, precisamente nel Grand Canyon, durante la quale un ragazzo autistico, Mikey (David Mazouz), entrerà in contatto con gli spiriti dei nativi americani, imbattendosi in una grotta dove avvenivano rituali religiosi. Mikey porterà con sé alcune pietre incise e quando la famiglia farà ritorno a casa, si scatenerà l’inferno. Una forza soprannaturale e malefica che si nutre di paura, una casa stregata, un demone interessato a un ragazzo autistico, rituali dei nativi americani, una madre alcolizzata che vede cose a cui nessuno crederà, e un esorcista messicana, sono gli elementi per un horror efficace. In effetti 6 Miranda Drive è un horror-thriller teso e raccapricciante con effetti niente male, come le ombre e impronte di fantasmi, proiettate sul soffitto della stanza da letto.

Blair witch: è una pellicola in stile found footage ma di nuova generazione diretta da Adam Wingard. Lontano l’anno e lo spavento del primo Blair Witch del 1999, dove l’effetto “non vedo” faceva davvero paura, ora, il tutto è più scontato. Infatti, in questo nuovo Blair witch la storia si ripete: un gruppo di amici si imbatte nella Black Hill Forest del Maryland con lo scopo di indagare sui misteri riguardanti la scomparsa di una ragazza che molti ritengono collegata alla strega di Blair.
Scene molto suggestive, luoghi tortuosi e angusti, e una presenza sinistra che segue i protagonisti per poi agire al calare delle tenebre, li coglierà di sorpresa, trovandosi a fare i conti con l’infinito spazio temporale.

10 Cloverfield Lane è un film di fantascienza a tratti apocalittico diretto da Dan Trachtenberg con Mary Elizabeth Winstead, John Goodman, John Gallagher Jr., Maya Erskine, Mat Vairo. Il film inizia con l’incidente di una giovane che si risveglia in un rifugio insieme a due uomini, uno dei due sostiene di averle salvato la vita non solo per l’incidente, piuttosto perché il mondo esterno non ha più nulla da offrirle, sono tutti morti in seguito a un attacco chimico-batteriologico alieno. Tutto il film ruota intorno all’interrogativo se quanto sostiene l’uomo corrisponda davvero alla realtà oppure se è solo un pazzo squilibrato che ha sequestrato una normale ragazza. Un ottimo escamotage per aumentare la suspance.

Paradise Beach – Dentro l’incubo: diretto da Jaume Collet-Serra, con protagonista Blake Lively. Una donna, Nancy, mentre fa surf viene attaccata da uno squalo bianco e dovrà lottare con tutte le sue forze per salvarsi. Tutto sommato i film sugli squali iniziando da quello del ’75 di Spielberg, hanno accontentato sempre tutte le generazioni per la carica di tensione, d’altronde diciamoci la verità esiste un incubo peggiore che essere afferrati dall’oscurità più profonda?