Madre! – Recensione

Simbolismi e metafore fanno da sfondo a un vortice di follia in Madre! di Darren Aronofsky.

Simbolismi e metafore fanno da sfondo a un vortice di follia. La recensione di Madre!

Madre!, pellicola del 2017 diretta da Darren Aronofsky, è un film dal genere ibrido: a metà fra un thriller, un drammatico e un horror. Pubblicizzato principalmente come film dell’orrore, in realtà riserva parecchie sorprese allo spettatore che si addentra nella visione: la trama di base è semplice ma, man mano che le vicende si susseguono, si articola in ramificazioni di diversa natura, andando poi a formare un’architettura particolare e inaspettata.

Protagonisti di Madre! sono moglie (Jennifer Lawrence) e marito (Javier Bardem), lei molto più giovane di lui, che vivono in una grande casa, piuttosto isolata, in campagna. La vita procede come al solito, finché non irrompe nella quieta abitazione un uomo (Ed Harris), che il marito invita inaspettatamente a rimanere lì a passare la notte. La moglie è turbata dalla strana ospitalità del suo compagno, dato che non conosce nemmeno l’identità dello sconosciuto ospite.

Il mattino seguente, anche la moglie dell’uomo (Michelle Pfeiffer) irrompe in casa, sistemandosi anch’ella come ospite da loro. Da questo momento in poi, la casa comincia a essere invasa da sconosciuti e la situazione degenererà in un modo che nessuno avrebbe mai potuto immaginare..

Madre! è un film di difficile penetrazione: di certo non una pellicola da vedere per divertirsi o per passare il tempo. Si tratta di un film allegorico e, senza la giusta chiave di lettura, è impossibile comprendere appieno il significato profondo della storia che qui viene narrata. Jennifer Lawrence, in un’intervista, spiega l’allegoria del film, col benestare del regista: tuttavia, è consigliabile visionarlo senza pregiudizi e senza conoscere già l’interpretazione che ha pensato Aronofsky.

Madre!, infatti, può essere soggetto a diverse interpretazioni, a seconda di chi lo guarda: da questo punto di vista, si tratta di un film aperto, enigmatico, che tiene incollati allo schermo fino alla fine, poiché spinge lo spettatore a voler sapere fin dove può arrivare la follia della trama. Perfetta la recitazione dei due attori protagonisti, che riescono a incarnare in modo impeccabile i “simboli” che il regista ha voluto proporci.

Unica nota che stona è che Madre! non ha nulla a che vedere con un film horror: probabilmente è stata una scelta di marketing quella di pubblicizzarlo come tale, ma non ci sono elementi che possano realmente inscriverlo nel genere. Quindi, chi si aspetta di vedere un film horror, in prima battuta resterà deluso.

In conclusione, Madre! è un film che non va semplicemente guardato, ma piuttosto “studiato”, capito e fatto proprio. Dopo la visione e dopo aver elaborato una personale interpretazione dei fatti, sarà senz’altro utile leggere quella ufficiale del regista, per capire se corrisponde con la propria o se è il caso di rimanere stupiti di fronte alla sua creatività.

Titolo: Madre!
Titolo originale: Mother!
Regia: Darren Aronofsky
Attori: Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Michelle Pfeiffer, Ed Harris
Genere: Thriller, Drammatico, Horror
Durata: 2h 1m
Anno: 2017
Paese: USA