Adam Chaplin – Recensione

Adam Chaplin, l’horror-splatter che sembra uno spin-off di Ken il guerrirero.

La Necrostorm è una casa di produzione di film horror underground che si muove abilmente nel genere horror-splatter. Negli anni ci sta regalando diverse opere low-budget meritevoli di attenzione come Infidus Hotel Inferno. Nel 2011, dalla mente di Emanuele Giulio de Santi nasce quello che è probabilmente il miglior tributo alla saga di Ken il Guerriero mai realizzato. Il personaggio di Adam Chaplin e il contesto in cui si svolgono le vicende si ispirano visibilmente alle avventure di Kenshiro.
Il risultato è un film con tonnellate di sangue e botte da orbi, un vero cult di quell’Italia underground che in pochi conoscono. Forse tecnicamente non sarà un capolavoro ma il divertimento è assicurato.

Titolo: Adam Chaplin
Titolo originale
Adam Chaplin
Regia:
Giulio de Santi, Emanuele de Santi
Attori: Emanuele de Santi, Valeria Sannino, Christian Riva
Genere: Splatter
Durata: 84 minuti
Paese:
Italia
Anno:
2011