Bill Suff, il Killer di prostitute del Riverside

Killer delle prostitute del Riverside e Killer del lago Elsinor, o comunemente conosciuto come Bill Suff, è un serial killer statunitense che ha agito tra il 1986 e il 1992.

bill suff killer prostitute
bill suff killer prostitute

Bill Suff era un ragazzo qualunque che abitava nella piccola Contea di Riverside (California) quando nel 1967 si innamorò di una giovane quindicenne di nome Teryl, ma si dovette subito trasferire in Texas per l’addestramento militare.

Pochi mesi dopo il trasferimento ricevette la scioccante notizia dalla sua ragazza; Teryl era stata stuprata e, purtroppo, rimasta incinta dell’aggressore. Bill Suff la sorprese, chiedendole la mano e promettendole di prendersi cura del figlio che sarebbe venuto.

Il 13 dicembre del 1969, Bill e Teryl si sposarono; qualche anno dopo Bill Suff venne congedato dal corpo militare, per motivi ancora sconosciuti, così tornò nella sua città per abitare con la moglie Teryl.

La moglie durante i primi mesi di convivenza scopre davvero chi è suo marito: una persona capace di raggirarla a suo piacimento e con la piena capacità di controllo su tutta la sua vita. Anni dopo, la coppia dà alla luce un altro figlio; ma nel 1973, a pochi mesi dalla sua nascita, succede una cosa scioccante: Bill chiama dal lavoro sua moglie Teryl, dicendole che la piccola neonata non dà nessun segno di vita.

La moglie si precipita subito a casa e trova il corpo della piccola esanime disteso sul letto, Bill in maniera impassibile non aveva nemmeno chiamato l’ambulanza o l’ospedale. Dall’autopsia si scopre che la piccola di soli 2 mesi era stata violentata, il fegato era massacrato da ripetute percussioni.

Bill Suff fu condannato a 70 anni di carcere in Texas per l’uccisione di sua figlia. Nel 1984, grazie alla libertà condizionata concessagli, tornò libero e si stabili di nuovo nella Contea di Riverside per iniziare una nuova vita da zero.

Passano solo quattro anni quando la mattina del 30 ottobre del 1986, un senzatetto, alla ricerca di qualche lattina di alluminio, trova il corpo senza vita di Michelle Gutierrez. La vittima fu uccisa per strangolamento e da molteplici pugnalate sul petto. L’autopsia rileverà anche un trauma per le sue zone genitali.

L’11 dicembre del 1986 avviene un altro caso raccapricciante, il corpo di Charlotte Palmer viene trovato nei pressi della Highway 74 con il seno reciso e il con il corpo disteso in posizione innaturale, come se fosse stato messo in posa. Qualche mese dopo sempre con le stesse dinamiche vengono trovati i corpi di altre due prostitute; Linda Ortega e Martha Young (una con una lampadina nella vagina).

La conferma che un Serial Killer giri nelle ore notturne della città ormai non è più un dubbio. Si intensificano le ricerche sulle fibre tessili trovate sui luoghi dei massacri e sulle tracce lasciate dai pneumatici da Bill Suff. In quegli anni Bill venne descritto come un uomo solitario, ma comunque dai modi gentili, il classico vicino della porta accanto; lavorava come impiegato di un magazzino che, per ironia della sorte, consegnava provviste alla task force che investigava su di lui.

Vinse anche il primo premio alla gara di cucina del “Riverside County Employee Chili Cookoff”, cucinando un ottimo chili con carne, dove fu ritenuto probabile l’utilizzo di un seno asportato da una delle sue vittime.

Successivamente nel giro di pochi anni ben altre quindici prostitute vennero ritrovate uccise con il medesimo modus operandi. Nell’agosto del 1991 Bill Suff fece un errore, mentre abbordava sul suo furgoncino la prostituta Kelly Hammon venne visto da una sua amica, che dopo la scomparsa di Kelly si precipitò dalle autorità a rilasciare l’identikit di Bill e del suo furgone.

Il 9 gennaio del 1992, la polizia attanagliò la città con innumerevoli posti di blocco e Bill Suff commette il suo secondo passo falso; fece un’inversione a U con il suo furgone e venne fermato dalla polizia. Il furgone coincide, fibre tessili e DNA pure, Bill venne arrestato e il 19 luglio del 1995, una giuria della Contea di Riverside lo giudicò colpevole di 12 omicidi, nonostante la polizia lo ritienga responsabile di ben 22 omicidi, (confermate attualmente 19 vittime).

Il 26 ottobre 1995, il tribunale di prima istanza seguì le indicazioni della giuria e condannò Bill alla pena di morte.

Bill Suff è attualmente detenuto nel braccio della morte nel carcere di San Quintino nella Contea di Marin, in California.

 

 

 

 

[È severamente vietata la riproduzione, anche parziale, su altri siti, mailing-list, newsletter, riviste cartacee, libri, CD Rom ed altri supporti dei testi, immagini, disegni, fotografie e video del presente sito www.nonapritequestoblog.it senza la preventiva autorizzazione scritta, anche in assenza di finalità di lucro.]